GIORNATA DELLA MEMORIA 24 GENNAIO 2019

L’ISISS “A. Giordano” di Venafro è la scuola molisana scelta dal MIUR per collocare, all’esterno della sede scolastica, una delle cento “targhe d’inciampo” assegnate a cento scuole italiane che si sono distinte per particolari meriti su temi riguardanti i diritti umani.

In occasione della Giornata della Memoria delle vittime dell’Olocausto (27 gennaio), la nostra Scuola è stata inserita nell’iniziativa promossa dal MIUR, in collaborazione con l’Agenzia di stampa nazionale Dire, con l’obiettivo di stimolare nei giovani una riflessione sul tema e preservarne la memoria. Ispirandosi al lavoro dell’artista tedesco Gunter Demning, che diede il via all’opera di collocazione delle pietre d’inciampo, sono state realizzate targhe commemorative in materiale calpestabile consegnate nei giorni scorsi alle 100 scuole italiane.

Per dare la giusta importanza all’iniziativa e all’impegno a “non dimenticare”, giovedì 24 gennaio 2019, a partire dalle ore 9,00, l’ISISS “A. Giordano” organizza un evento pubblico di riflessione e condivisione con studenti, docenti, comunità locale e istituzioni, che incornicerà la cerimonia della posa della targa commemorativa nel cortile dell’Istituto, in via Maiella.

Il programma della mattinata si aprirà con la “corsa campestre per la memoria verso il futuro”, con l’intento di veicolare un messaggio di speranza e di amore per la vita, a dispetto degli orrendi crimini passati e, purtroppo, presenti, perpetrati contro l’umanità.

A seguire, intorno alle ore 9,30, la posa della “Targa d’inciampo”, alla presenza di una rappresentanza della comunità ebraica di Napoli, dell’USR Molise e di autorità civili e militari.

Nel corso della mattinata sarà anche inaugurata “l’aula della memoria” all’interno dell’aula magna “Nicandro De Rosa” della sede centrale di via Maiella.

Gli studenti, indiscussi protagonisti dell’iniziativa, reciteranno poesie, si esibiranno in canti della tradizione ebraica e presenteranno un interessante documento, da loro realizzato, dal titolo: “Dalla memoria della Shoah ad una integrazione dei diritti dell’uomo”.

Una giornata che vuole favorire nei nostri giovani il passaggio dal ricordo alla riflessione, un processo che deve avvenire tramite il contributo della scuola, non concepita meramente come luogo fisico, insieme di individualità, ma come una comunità educante, centro di trasmissione culturale, di interazione con le nuove generazioni, attraverso lo strumento del confronto, della sensibilizzazione ed elaborazione collettiva di basi valoriali.